Nomine Pisapia: connivenze A GO-GO – I4D A MILANO

Posted on 30/07/2011

2


Mannaggia quanto ci azzecca I4D… a Milano si stanno verificando puntualmente tutti i meccanismi ipotizzati dalla teoria: è ora di riaprire il blog per riempire il tag “Milano 4 dummies”.

Dato che è passato un pò di tempo, ricapitoliamo la vision di I4d: i politici occupano i posti che occupano perchè i meccanismi della democrazia rappresentativa sono bloccati. E sono bloccati dalla classe politica in carica (che va vista tendenzialmente come un blocco unico). Le istituzioni sono teatrini nei quali si mettono in scena dibattiti finti: le decisioni sono prese altrove, ed entrano nelle sedi istituzionali solo per essere ratificate e trasformarsi in atti amministrativi giuridicamente validi. Ultima conferma in ordine di tempo: leggere qui (Mattia Calise racconta la fine dell’ostruzionismo in Consaiglio Comunale sui rincari e sull’IRPEF).

Lasciando da parte gli aspetti tecnico-matematici delle varie leggi elettorali, i meccanismi di base che permettono di tenere tutto bloccato sono due:

  1. la macchina del consenso, che inebetisce e disinforma gli elettori “di opinione” (quelli che votano per convinzione);
  2. i cerchi delle connivenze, che servono a comprare gli elettori “di portafoglio” (quelli che votano per convenienza);

I cerchi delle connivenze sono concentrici: il centro del cerchio sta dove stanno i soldi da amministrare (cioè, nella loro visione, da spartire). Più sono i soldi e più larghi saranno i cerchi. Il decisore compra quelli intorno a sè cooptandoli nei posti di responsabilità. Loro ovviamente ricambiano lavorando sodo (e gratis) per farlo eleggere: sanno che se va bene, passeranno dall’altra parte della barricata e tutti i loro problemi saranno risolti. Sanno anche, i cooptati, che dovranno poi deviare i flussi di denaro di loro competenza verso la loro parte, comprando a loro volta altre persone attraverso favori, consulenze, posti di lavoro etc. E così via: il meccanismo fa sì che intorno al grumo decisionale si formino quindi diversi cerchi concentrici di persone che ottengono favori in virtù della presenza al potere di quel gruppo. Ed ecco che, magicamente, intorno al gruppo di potere si forma un “ampio consenso”.

Pagato da noi.

Milano, tornano gli stipendi d’oro. Bufera su Pisapia. | Qualcosa di Sinistra.

Pisapia ha avuto intorno a sè persone appassionate che lo hanno sostenuto nelle sue campagne, ma evidentemente quelli più appassionati speravano anche in qualcosa d’altro, che alla fine hanno ottenuto. Pisapia si è attirato critiche feroci per questo, e questo rende l’idea di quanto importanti siano i cerchi delle connivenze. Per costruirli si sfida l’opinione pubblica, contando sul fatto che per quelli del tipo 1 la notizia non sia data o sia data senza il giusto rilievo.

E quando si scopre che tutto questo costa, allora si tassano i soliti noti e si estrae dal cappello la magica formula: NON C’E’ ALTRA STRADA (NCAS).

Semplice, no?

Annunci