Ingovernabilità? Dipende…

Posted on 26/02/2013

0


Tutti a stracciarsi le vesti e a cianciare di governabilità. Il PD ha la maggioranza alla Camera e non ce l’ha al Senato, neanche se si alleasse con Monti e questa – l’irrilevanza di Monti – è una delle buone notizie di oggi.

Ma con questi numeri, anche con questi numeri, quelli dell’Italia “giusta” potrebbero fare parecchie cose. Ad esempio

  • Una legge seria sul conflitto di interessi
  • Dimezzare i parlamentari e dimezzare il loro stipendio
  • Tagliare le pensioni sopra i 4k euro
  • Introdurre un limite alla forbice degli stipendi, come stanno discutendo in Svizzera
  • Dare il marchio Made in Italy solo a merci prodotte in Italia
  • Stabilire che l’accesso alla rete è libero e gratuito per tutti, per diritto di nascita
  • Stabilire una volta x tutte che gli F35, la TAV e le grandi opere inutili non si fanno e si usano i soldi per mettere a norma il patrimonio edilizio italiano (scuole e case ecologicamente inefficienti e spesso nemmeno antisismiche)
  • Avviare una seria ridiscussione sull’euro e sulla ns. Sovranità monetaria, indire un refendum;

Potrei proseguire a lungo, ma il concetto è chiaro. Leggi così sarebbero votate dai 160 e passa parlamentari del M5S senza bisogno di accordi, di inciuci, senza nemmeno dovergli dare dei soldi o dei posti in cambio. Lo so, vi sembra impossibile, ma credetemi, è così. Sarebbe semplicissimo, no? Se volessero, l’Italia sarebbe governabilissima, basterebbe governarla bene.

PS: lo stesso discorso si potrebbe fare, completamente al contrario col PDL… caro Gargamella è questione di scelte.

 

Annunci
Posted in: Uncategorized