Germania – se questo è un ministro…

Posted on 21/09/2013

0



Ieri sono rimasto di sale leggendo questa intervista di Wolfgang Schauble, il ministro economico di frau Merkel.

http://vocidallagermania.blogspot.it/2013/09/der-letzte-europaer.html

Domani ci saranno le elezioni tedesche e, dato che la CDU vincerà ancora, vorrei fosse chiaro a tutti i vari esponenti del Pud€ a chi stiamo affidando il nostro futuro.   E pensare che a uno così gli abbiamo pure dato l’onorificenza di cavaliere di gran croce (… che tristezza)

Dato che stiamo parlando di Pud €, vi facilito il lavoro riportando le perle:

1) Deutsche Weltanshauung. “siamo sulla strada giusta. In Grecia ad esempio, negli ultimi anni i turisti tedeschi erano scomparsi, perché il rapporto prezzo-prestazioni in Turchia era molto piu’ economico” cio che è bene per i turisti tedeschi è buono per l’ Europa,  ah, cosa non si fa per una vacanza… occhio: ai tedeschi piace molto anche venire in vacanza in Italia.

2) Io non c’entro non son stato non son mai venuto lì a quell’ora faccio sempre la pipi. “Naturalmente i greci stanno soffrendo, non lo nego. Meno le élite che hanno portato il paese in queste condizioni, molto di piu’ la gente comune. I risanamenti sono sempre difficili.” Non è che TU sei uno stronzo e fai pagare il conto a quelli sbagliati, ma sono “i risanamenti” ad essere “difficili”. Come se, dopo aver derubato una vecchietta, commentassi “eh, le strade sono pericolose”.  Da vomitare.

3) La globalizzazione (e la ciiiiina?). “La crescente domanda di competitività causata da una moneta comune e l’incredibile pressione sui salari esercitata dalla globalizzazione, non sono stati presi seriamente in considerazione in tutti i paesi.” C’è scritto nei trattati che la Moneta comune serviva a metterci in competizione o c’è scritto altro? Io so che l’Art.119 titVII del trattato dell’Unione dice “l’azione degli Stati membri e dell’Unione comprende, alle condizioni previste dai trattati, l’adozione di una politica economica cheè fondata sullo stretto coordinamento delle politiche economiche degli Stati membri. E poi la globalizzazione: dove sta scritto che se un paese non esporta non è un buon paese? Qualcuno spieghi a WS che i 2/3 dell’export dei paesi euro è verso altri paesi euro per cui non è possibile che usando tutti la stessa ricetta, tutti tornino competitivi e tutti tornino ad esportare.

Ma lui questo lo sa perfettamente, e infatti subito dopo svela uno dei suoi veri obiettivi parlando dei giovani disoccupati spagnoli: “Questi giovani, in parte non sono sufficientemente qualificati e in parte non sono pronti per lasciare il loro paese di origine. Non è facile creare dei nuovi posti di lavoro per queste persone.” – Lui li vorrebbe deportare in Germania e farne dei mini-jobber senza – però – quel fastidioso fardello dei sussidi sociali che sono costretti a pagare ai tedeschi. Ti piace vincere facile,  eh?

4) Io non c’entro non son stato etc etc parte 2. “I programmi di riforma e le loro condizioni non sono definiti dal governo federale tedesco, ma dagli economisti della Troika, della BCE, del FMI e della Commissione UE”. Si,  va bene, anche B ha detto che Squillante l’aveva comprato Previti, mica lui.

5) Il meraviglioso mondo del ministro. “Loro (gli economisti della Troika) hanno esperienza (cerrrto che sì, hanno letto la storia dell’economia di cui parla Istwine quie sono incorruttibili”. Pare che li abbia visti anche camminare sulle acque del lago di Costanza.

6) Il meraviglioso mondo del ministro parte 2. “I greci, con le elezioni, per 2 volte hanno potuto esprimere la loro opinione e dire se erano d’accordo con la dura strada delle riforme e se volevano restare nell’Euro – e hanno deciso di tenere l’Euro.” ah, hanno deciso i Greci. Ma non avevano segato Papandreu proprio ed esattamente perchè voleva fare un referendum su questo? Mi deve essere sfuggito qualcosa…

7) Refusi. “Noi tedeschi, come grande nazione esportatrice, abbiamo tratto i maggiori vantaggi dalla moneta unica. Su questo c’è un consenso generale. Il mondo è cambiato. L’Europa e la Germania hanno bisogno di una moneta comune stabile, per poter sopravvivere in questo mondo globale.” Qui è evidente che la parola Europa è un refuso.

Quindi? Quindi questo è il n.2 del partito che domani rivincerà le elezioni in Germania e che, probabilmente, verrà riconfermato ministro delle finanze. E poi il fascista sarebbe Grillo.

Ma fatemi il piacere.

Annunci